Primo incontro per festeggiare il Trentennale del CSDC: “Donne, Pace e Sicurezza: attualità e sfide per la società civile nell’area OSCE”

Venerdì 26 ottobre, presso i locali del CESV di Roma, si è tenuto un incontro-dibattito tra e con le rappresentanti del gruppo “Women and Gender Realities in the OSCE Region”, gruppo di lavoro collegato alla Civic Solidarity Platform, la rete di associazioni della società civile che dialoga con l’OSCE, l’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa.

L’iniziativa è stata promossa dal Centro Studi Difesa Civile nell’ambito del Trentesimo anniversarioA ricordare la costituzione del CSDC è stato Roberto Tecchio, socio del CSDC che è stato protagonista di quei momenti. Sono state richiamate le prime attività dell’associazione e lo spirito che le ha animate, ribadendo che – al di là delle differenze dovute all’evoluzione tecnologica – i principi ispiratori, il valore del messaggio e del lavoro svolto dal CSDC rimangono ancora oggi immutati. L’incontro è poi proseguito con la condivisione da parte delle/dei partecipanti al gruppo e dei presenti di buone pratiche, esperienze, sfide e prospettive a livello nazionale e internazionale.

Il clima dell’incontro e il dibattito sono stati arricchiti dalla pluralità di voci e provenienze (Armenia, Ucraina, Serbia, Georgia, Bosnia Herzegovina, Germania, Svizzera, Italia, Togo), e dal metodo orizzontale e partecipativo, da sempre caratteristica delle attività del CSDC.
I numerosi input emersi durante la discussione saranno preziosi anche per orientare l’azione del gruppo di lavoro, a cui partecipa anche il CSDC, animato da donne accomunate dal desiderio di mantenere vivo il dialogo tra la società civile e le istituzioni sui temi dell’empowerment femminile, dell’uguaglianza di genere e della pace, anche in relazione all’attuale periodo di presidenza OSCE dell’Italia.