Storia di CSDC

L’attività svolta nei primi 15 anni di CSDC è stata sintetizzata da Giorgio Giannini nel rapporto “Storia dei primi 15 anni del CSDC (1984-1999)“.

A partire dal 2002, CSDC pubblica annualmente un rapporto dettagliato sull’attività realizzata (report annuali).

Di seguito una sezione dedicata a coloro che più hanno dato impulso e caratterizzato il percorso di sviluppo dell’Associazione, ricoprendo il ruolo di Presidente e Direttore, dagli inizi fino ad oggi.

Francesco Tullio, Presidente 1984-1999 e Presidente onorario 2002-2005

Giorgio Giannini, Direttore 1984-1987 e 1992-1999; Vicepresidente 1988-1991; Presidente 2006-2023

Tra i fondatori di CSDC, si è dedicato ininterrottamente allo sviluppo e alla gestione dell’Associazione, ricoprendo la carica di Presidente dal 2006 fino alla sua scomparsa (4 settembre 2023). Laureato in Giurisprudenza, con specializzazione in Diritto penale e Criminologia e perfezionamento in Scienze amministrative presso l’Università di Roma “Sapienza”, è stato docente di ruolo di Discipline giuridiche ed economiche nelle scuole superiori. Obiettore di coscienza al servizio militare; dal 1996 al 1998 ha prestato servizio presso il Museo storico della Liberazione in via Tasso a Roma; ha fatto parte del Direttivo del Circolo Giustizia e Libertà; è stato membro dell’Associazione nazionale del libero pensiero “Giordano Bruno”; ha abbracciato anche la causa ambientalista, con un impegno istituzionale nei consigli municipali di Roma. Autore di libri, saggi e ricerche in particolare sui temi dell’Obiezione di coscienza, della Prima Guerra mondiale, della Resistenza. A lui si debbono molti lavori, per i quali ha ricevuto riconoscimenti e premi, sui disertori e i fucilati della Grande Guerra e sulle vittime dimenticate della barbarie nazista: disabili, omosessuali, Rom. Tra le sue tante opere, il libro del 1985 “L’obiezione di coscienza al servizio militare, alle spese militari, professionale, etnica, al giuramento, alle prestazioni sanitarie obbligatorie” (Satyagraha Editrice); e il libro del 2018 “L’inutile strage: Controstoria della Prima guerra mondiale” (LuoghInteriori Edizioni), opera vincitrice della Sezione Saggistica al Premio Letterario “Città di Castello” edizione 2017.

Roberto Tecchio, Direttore 1988-1991; Presidente 2024-in carica

Tra i fondatori di CSDC, è stato primo Direttore dell’Associazione fino a dicembre 1991. Laureato in farmacia e abilitato alla professione, durante i 20 mesi di Servizio civile come obiettore di coscienza al servizio militare ha maturato la scelta di dedicarsi pienamente alla promozione della pace e formazione alla nonviolenza. Formatore professionista e insegnante di Focusing certificato dall’International Focusing Institute di New York, ha numerose esperienze di facilitazione dei processi decisionali ed è autore di vari testi sulla gestione nonviolenta dei conflitti e sulla metodologia del consenso pubblicati su libri, riviste e online.

Ettore Zerbino, Vicepresidente 1992-1999

Giovanni Scotto, Presidente 2002-2005

Alessandro Rossi, Direttore 2002

Funzionario del servizio diplomatico dell’Unione Europea, attualmente si occupa di relazioni regionali con l’America Latina e i Caraibi. Dopo aver lavorato con CSDC e la cooperativa Mediazioni nel disegnare progetti di formazione nonviolenta attraverso tecnologie informatiche, di formazione professionale per la mediazione internazionale e di scambio di buone pratiche tra movimenti per la pace, ha lavorato per 7 anni da Bruxelles come coordinatore europeo della ONG internazionale Nonviolent Peaceforce. Per due anni da Nairobi è stato responsabile dei partenariati internazionali della Rete dei costruttori di pace tradizionali e religiosi, che raccoglie agenzie ONU e della società civile. Per l’Unione Europea si è occupato di Balcani occidentali e Turchia, Libano, Americhe, politiche agricole, ed è stato a capo della sezione politica della Ambasciata UE a Juba, Sudan del Sud.

Karl Giacinti, Direttore 2003-2004

Cristiana De Paoli, Direttrice 2005

Matteo Menin, Direttore 2005-2008

Bernardo Venturi, Direttore 2009-2013

Luisa del Turco, Direttrice 2014-in carica

Laureata in Scienze Politiche, ha conseguito un dottorato di ricerca in Teoria dello Stato e Istituzioni Politiche comparate, e un perfezionamento in Peacekeeping and Security Studies. Da oltre 20 anni svolge attività di formazione e advocacy e consulenza in Gestione dei conflitti e Interventi di pace, collaborando con Università, Centri di ricerca e Organizzazioni non-profit. Partecipa a gruppi di lavoro e reti di società civile attive a livello nazionale, regionale e globale. È iscritta al roster di esperti “Donne, Pace e Sicurezza” del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ed ha contribuito attivamente alla definizione delle politiche nazionali in materia. È autrice di articoli e saggi su tematiche legate alla Pace e alla Sicurezza internazionali e all’approccio di genere in situazioni di conflitto e post-conflitto.

Share