Progetto “Il Caleidoscopio della Pace: generazioni a confronto sull’Agenda DPS tra Italia e Medio Oriente” (luglio – ottobre 2020)

Il Progetto “Il Caleidoscopio della Pace: generazioni a confronto sull’Agenda “Donne, Pace e Sicurezza” tra Italia e Medio Oriente” è promosso e realizzato dalla ONG Un Ponte Per …, in collaborazione con i seguenti partner: in Italia, il Centro Studi Difesa Civile e la Rete Italiana “Giovani, Pace e Sicurezza”; in Libano, Women’s International League for Peace and Freedom (sezione Libano).

L’iniziativa è finanziata dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e sostiene l’attuazione del Terzo Piano d’Azione Nazionale dell’Italia su “Donne Pace Sicurezza” (2016-2019), con riferimento specifico agli Obiettivi: n.1 “Rafforzare il ruolo delle donne nei processi di pace ed in tutti i processi decisionali“; n.7.1 Impegnarsi nella Comunicazione strategica“.

Il Progetto intende contribuire, attraverso il dialogo intergenerazionale e con la società civile, allo sviluppo di politiche che supportino il ruolo attivo delle donne nei processi di pace, in Italia e Medio Oriente. Questo obiettivo generale verrà perseguito tramite due obiettivi specifici: A. Analizzare la partecipazione della società civile nei processi di elaborazione, monitoraggio ed attuazione dei Piani d’Azione Nazionali della Risoluzione 1325(2000) in Italia e in alcuni paesi del Medio Oriente, mettendo in luce opportunità e ostacoli, anche alla luce dell’emergenza COVID 19 e delle sue conseguenze specifiche di genere; B. Promuovere sinergie tra le Organizzazioni della Società Civile (OSC) già coinvolte e gruppi giovanili attivi nel campo del peacebuilding e dell’uguaglianza di genere, sostenendo l’attuazione congiunta delle Risoluzioni 1325(2000) e 2250(2015) nei paesi coinvolti e offrendo indicazioni utili per lo sviluppo dei Piani d’Azione Nazionali nei rispettivi paesi.

In particolare, il CSDC contribuisce al Progetto con le seguenti attività:

  • consulenza in materia di “Approccio di Genere al lavoro di Pace”;
  • advocacy sulla Risoluzione 1325(2000) con gli organismi internazionali;
  • sotto l’Obiettivo specifico A, – realizzazione di incontri virtuali di conoscenza degli attori locali dei paesi coinvolti nel Progetto (Italia, Iraq, Libano e Siria) per scambio, indagine e condivisione di esperienze in materia di “Donne, Pace e Sicurezza” e programmazione delle successive attività; – elaborazione di un rapporto di attività con comparazione dei Piani d’Azione Nazionali;
  • sotto l’Obiettivo specifico B, – sensibilizzazione sui temi dell”Agenda “Donne, Pace e Sicurezza” e dell’Agenda “Giovani, Pace e Sicurezza”; – sensibilizzazione e condivisione sui media dei materiali prodotti dal Progetto.

La referente CSDC per il Progetto è la Direttrice, Luisa del Turco.

Share