Lotta ai populismi xenofobi – Fighting right-wing populism in Europe

 

Si è tenuta a Roma a novembre la terza ed ultima fase del progetto di formazione internazionale “Fighting right-wing populism in Europe”. Il progetto, sviluppato in partnership con altre 10 organizzazioni europee, ha avuto come obiettivo la creazione di un gioco di simulazione relativo ai populismi di destra in Europa.

Il populismo sta in questo momento vivendo una nuova fase di forte ascesa in diversi paesi europei e benché ogni contesto nazionale presenti delle sue peculiarità, è possibile individuare delle caratteristiche comuni.

Il progetto, nella sua articolazione in tre fasi, ha voluto non solo analizzare e riflettere su tale fenomeno, sulle sue cause e sulle sue dinamiche, ma ha voluto anche fornire strumenti e conoscenze in grado di limitare la “presa” dei populismi tra le fasce più giovani della popolazione europea.

Il seminario finale tenutosi a Roma dal 22 al 26 novembre è servito da piattaforma di scambio dei risultati della precedente fase di implementazione della simulazione – avvenuta in estate in tre diverse aeree d’Europa e da laboratorio per l’ultimazione dei dettagli del progetto.
La simulazione “Fighting right-wing populism in Europe” fa ora parte delle risorse formative del CSDC e si renderà particolarmente utile per workshop universitari e corsi di specializzazioni su advocacy, comunicazione politica e processi democratici.

Documenti di approfondimento:


DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Il progetto denominato “Fighting right-wing populism in Europe” è finanziato dal Programa Erasmus+ ed è articolate in tre fasi.

Dopo un primo seminario di presentazione e preparazione della simulazione tenutosi a Berlino a luglio, la seconda fase si è svolta a Skopje (Macedonia) dal 23 al 28 agosto 2015, dove sei rappresentanti del CSDC hanno vissuto in maniera intensa l’esperienza della simulazione che ha portato in scena Partito Conservatore, Opposizione, Movimenti di Estrema Destra, Partiti di Minoranza, ONG e Unione Europea; il tutto scandito e influenzato da edizioni del TG locale.

Al rientro da Skopje una partecipante del CSDC  così ha descritto l’esperienza: “Fra momenti spassosi ed altri estremamente seri, ogni partecipante ha potuto vivere da dentro alcune dinamiche tra parti politiche in contesti di tensione, constatano al contempo l’aumento della popolarità di partiti nazionalisti e razzisti.”

La terza fase dedicata alla valutazione e all’elaborazione dei risultati per la pubblicazione finale si terra a Roma in autunno.

La simulazione sviluppata potrà essere in seguito utilizzata dai tutti i partner di progetto all’interno delle proprie attività di formazione.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*