Corpi Civili di pace: 300 volontari di servizio civile in partenza nel 2015

300 volontari in servizio civile partiranno già entro il 2015 per svolgere azioni di pace non governative nelle aree di conflitto o a rischio di conflitto e nelle aree di emergenza ambientale. È quanto ha riferito Luigi Bobba, Sottosegretario al Ministero del lavoro e delle politiche sociali, con delega alle politiche giovanili e al servizio civile nazionale, durante la conferenza stampa di presentazione dei Corpi Civili di Pace, che si è svolta a Roma lo scorso 2 febbraio.

Il sottosegretario Bobba ha illustrato gli aspetti fondamentali del Decreto Ministeriale di attuazione dell’art.1 comma 253 della legge di stabilità 147/2013 che ha istituito, in via sperimentale, un contingente di Corpi Civili di Pace.

Nel prossimo triennio saranno 500 i giovani volontari in servizio civile impiegati in azioni di pace non governative al fine di promuovere la solidarietà e la cooperazione e gli Enti che potranno partecipare alla sperimentazione devono aver svolto o svolgere da almeno tre anni attività di servizio civile nazionale in tali settori d’intervento.

Nel sottolineare il forte significato politico di questa sperimentazione, il sottosegretario Bobba ha anche dichiarato che nel 2017, dopo un attento lavoro di monitoraggio da parte di Università e centri di ricerca, verrà valutato se stabilizzare nella legislazione italiana i Corpi Civili di Pace.

Alla Conferenza, che si è tenuta nella sala stampa di Palazzo Chigi, hanno partecipato anche Giuliano Poletti, Ministro del lavoro e delle politiche sociali e Mario Giro, Sottosegretario al Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale.