Visualizza il nuovo sito di pacedifesa

Home Page

news| presentazione| contributi teorici| interventi internazionali| formazione| iniziative| ricerche e pubblicazioni| convegni e seminari| link

Ricerche e pubblicazioni

elenco ricerche e pubblicazioni

Libri e quaderni possono essere richiesti al csdc - per informazioni tel. 068419672 info@pacedifesa.org

convertirsi_nonviolenza.gif (25176 byte)

Convertirsi alla nonviolenza? Credenti e non credenti si interrogano su laicità religione nonviolenza.
A cura di Matteo Soccio
Il Segno dei Gabrielli Editori, pp. 180, Euro 14.00.

Conflitti e mediazione, Milano: Bruno Mondadori 2003, pag. 212, 18 €.
Emanuele Arielli / Giovanni Scotto,

Saferworld international Alert
consolidare l’impegno nella prevenzione dei conflitti violenti:
priorità per le presidenze greca ed italiana
dell’unione europea nel 2003

a cura del centro studi difesa civile

"Gaza Beach, un'estate con i corpi civili di pace" 

il libro dei Berretti Bianchi sulla Palestina

Le Organizzazioni Non Governative e la trasformazione dei conflitti. Le operazioni di pace nelle crisi internazionali. Analisi, esperienze, prospettive.

a cura di Francesco Tullio,

La difesa civile e il progetto Caschi Bianchi. Peacekeepers civili disarmati
a cura di F. Tullio, Franco Angeli, Milano 2000. 

La lotta non armata nella resistenza. Atti del Convegno del 25 ottobre 1993.

a cura di Giorgio Giannini

La Resistenza non armata. Atti del Convegno del 24-25 novembre 1994.
a cura di Giorgio Giannini

L'opposizione popolare al fascismo. Atti del Convegno del 27-28 ottobre 1995.

a cura di Giorgio Giannini

Una Forza non armata dell'ONU: utopia o necessità

a cura di Francesco Tullio

 

"Gaza Beach, un'estate con i corpi civili di pace" 


il libro dei Berretto Bianchi sulla Palestina

E' stato pubblicato il primo quaderno dei Berretti Bianchi: 148 pagine per i tipi della Mauro Baroni Editore - Euro 8. "Gaza Beach, un'estate con i corpi civili di pace" risultato della collaborazione tra Berretti Bianchi e Operazione Colomba nella striscia di Gaza, convinti di aver fatto un altro piccolo passo Verso il riconoscimento e il finanziamento dei Corpi Civili di Pace.
Il libro, un esempio, tra gli altri, del modo di lavorare dei Corpi Civili di Pace, raccoglie; le testimonianze dirette dei volontari che si sono spesi per difendere la popolazione civile e le voci dei palestinesi che subiscono l'assedio di Gaza da oltre due anni.
Se desiderate sostenere l'idea che, Corpi Civili di Pace formati da volontari (assicurati e spesati) possano interporsi in zone di conflitto a difesa della popolazione civile, e la volete diffondere insieme ad una informazione, probabilmente piu ingenua e meno professionale di quella ufficiale, ma sicuramente molto piu aderente alla realtà quotidiana nelle zone di conflitto, potreste ordinare una scatola contenente 44 libri al costo di 5 Euro cad. scrivendo a Silvano Tartarini - bebitartari@bcc.tin.it o a Maurizio Cucci - mc.foto@libero.it sono poche copie e pochi soldi, piccoli numeri che messi insieme ci permetteranno di continuare il cammino intrapreso, se poi volete partecipare al Coordinamento Verso i Corpi Civili di Pace allora potete scrivere alla segreteria dello stesso, presso Silvano Tartarini - bebitartari@bcc.tin.it

potrete pagare la scatola mediante versamento
su conto corrente postale: n° 21024567
intestato a: Associazione Berretti Bianchi Onlus -
via F. Carrara, 209 - 55042 Forte dei Marmi (Lucca)
indicando la causale: libro Gaza

presentazione

A Gaza la presenza internazionale è scarsissima: la maggior parte delle organizzazioni, dei volontari che a diverso titolo si trovano nei territori si concentrano in CisGiordania o a Gaza città, mentre nel sud della striscia dove siamo noi, non c'è nessuno. La gente si sente abbandonata, vive quotidianamente una realtà dura, che a lungo andare diventa disperazione. 
E' molto importante portare un segno di solidarietà, mostrare che nonostante l'impotenza e la nostra piccolezza siamo disposti a esserci per ascoltare, condividere, portare insieme il peso di una situazione che ancora oggi non offre nessuno spiraglio di luce per il futuro.

Andrea Pagliarani Operazione Colomba

La scrittura, usata come strumento di testimonianza e di memoria, permette di dar voce a coloro che vivono il conflitto in prima persona, lo subiscono e ne sono quotidianamente vittima. Durante i conflitti degli ultimi dieci anni, oltre il 90% delle vittime di guerra sono state civili.
Sarà anche per questo che la società civile subisce questa spinta a manifestarsi, a chiedere giustizia e pace. Ad aggregarsi, a schierarsi sulla linea del fuoco e porre fine alla violenza.

Maurizio Cucci fotografo



In questi giorni dove c'è chi già prepara una nuova guerra e le istituzioni internazionali sembrano impotenti ad impedirla, le testimonianze che vengono riportate in questo libro non sono solo testimonianze di un lavoro di pace importante, sono anche il segno di una resistenza all'illegalità diffusa che la guerra rappresenta sempre. La resistenza di una umanità nonviolenta che vuole bandire la guerra dal pianeta, in difesa di se stessa, del proprio diritto e della propria libertà di vivere tra gli altri senza più il terrore di violenze e di morte.

Silvano Tartarini Segreteria Berretti Bianchi Onlus