Visualizza il nuovo sito di pacedifesa

Home Page

news| presentazione| contributi teorici| interventi internazionali| formazione| iniziative| ricerche e pubblicazioni| convegni e seminari| link

Ricerche e pubblicazioni

elenco ricerche e pubblicazioni

Libri e quaderni possono essere richiesti al csdc - per informazioni tel. 068419672 info@pacedifesa.org

convertirsi_nonviolenza.gif (25176 byte)

Convertirsi alla nonviolenza? Credenti e non credenti si interrogano su laicità religione nonviolenza.
A cura di Matteo Soccio
Il Segno dei Gabrielli Editori, pp. 180, Euro 14.00.

Conflitti e mediazione, Milano: Bruno Mondadori 2003, pag. 212, 18 €.
Emanuele Arielli / Giovanni Scotto,

Saferworld international Alert
consolidare l’impegno nella prevenzione dei conflitti violenti:
priorità per le presidenze greca ed italiana
dell’unione europea nel 2003

a cura del centro studi difesa civile

"Gaza Beach, un'estate con i corpi civili di pace" 

il libro dei Berretti Bianchi sulla Palestina

Le Organizzazioni Non Governative e la trasformazione dei conflitti. Le operazioni di pace nelle crisi internazionali. Analisi, esperienze, prospettive.

a cura di Francesco Tullio,

La difesa civile e il progetto Caschi Bianchi. Peacekeepers civili disarmati
a cura di F. Tullio, Franco Angeli, Milano 2000. 

La lotta non armata nella resistenza. Atti del Convegno del 25 ottobre 1993.

a cura di Giorgio Giannini

La Resistenza non armata. Atti del Convegno del 24-25 novembre 1994.
a cura di Giorgio Giannini

L'opposizione popolare al fascismo. Atti del Convegno del 27-28 ottobre 1995.

a cura di Giorgio Giannini

Una Forza non armata dell'ONU: utopia o necessità

a cura di Francesco Tullio

 

Convertirsi alla nonviolenza? Credenti e non credenti si interrogano su laicità religione nonviolenza.
A cura di Matteo Soccio
Il Segno dei Gabrielli Editori, pp. 180, Euro 14.00.

Sandro Mazzi (CSDC) affronta il tema dell’impegno laico per la nonviolenza nel contributo Danilo Dolci e la santità laica, all’interno del volume, uscito a dicembre presso Il Segno dei Gabrielli Editori (Verona), Convertirsi alla nonviolenza? Il volume contiene gli Atti del convegno di studio sul tema Laicità Religione Nonviolenza, tenuto a Perugia (Villa Umbra), l’11 giugno 2002. Il convegno era stato promosso e organizzato dal Movimento Nonviolento, dal Movimento Internazionale della Riconciliazione, dall’Associazione Nazionale "Amici di Aldo Capitini", con il patrocinio ed il contributo della Regione Umbria.

Invitiamo chi è interessato all’acquisto ad inoltrare gli ordinativi alla redazione di "Azione nonviolenta", Via Spagna, 8 – 37123 Verona. Per i gruppi e le associazioni sono previsti sconti sulla quantità.

Sommario

  • Introduzione di Matteo Soccio

  • Laicità religione nonviolenza di Mario Martini

  • L’opzione nonviolenta dei cristiani di Luciano Benini

  • Laicità di Gandhi nei suoi esperimenti con la verità di Matteo Soccio

  • Capitini e la religione nei limiti della semplice ragione di Ornella Pompeo Faracovi

  • Possono le religioni e le chiese allevare figli nonviolenti? di Eugeni Rivoir

  • Valore della laicità e tensione religiosa nella nonviolenza di Rocco Pompeo

  • Nonviolenza alla prova: le sfide "religiose" del presente di Mao Valpiana

  • Aldo Capitini e riformatore religioso-politico di Antonino Drago

  • Danilo Dolci e la santità laica di Sandro Mazzi

  • Laicità e nonviolenza di Liviano Bonati

  • Domande ai laici di Gloria Gazzeri

  • Può chi non crede in Dio scegliere la nonviolenza? di Adriano Moratto

  • Credenti e non credenti di fronte alla nonviolenza di Luciano Capitini

  • Dieci tesi su "Religione violenza nonviolenza" di Enrico Peyretti


Nota sugli autori

Ci sono uomini sinceramente convinti che il male assoluto della violenza si possa arginare ed eliminare sviluppando, nel pensiero e nell’azione, le risposte della nonviolenza. Non sono più minoranze insignificanti. Stanno crescendo di numero. Sempre più persone credono nella nonviolenza come mezzo efficace per far cadere le armi dalle mani dei violenti e hanno il coraggio di esprimere il proprio dissenso alla guerra e a tutte le forme in cui si manifesta la politica di violenza. Ma il loro approccio alla nonviolenza non è uniforme e si presenta con motivazione e modi d’espressione differenti. La questione è affrontata serenamente, da laici e credenti, nei contributi raccolti in questo libro, in cui si intende approfondire il nesso tra fede religiosa, visione laica del mondo e scelta della nonviolenza.
Il libro si può intendere come una risposta ad alcune domande rimaste implicite, ma che possono essere esplicitate per aiutare il lettore: 
La nonviolenza è un modo religioso o laico di affrontare il mondo? 
La nonviolenza è una religione, un aspetto della vita religiosa o soltanto un metodo per la risoluzione dei conflitti?
Quelli che professano una fede o appartenenza a una religione o chiesa sono naturalmente nonviolenti?
La nonviolenza è efficace solo se crediamo in Dio?
Quale è il destino della nonviolenza in una società futura completamente secolarizzata?
Risposte a queste ed altre domande affini è possibile trovare nelle pagine di questo libro.

Sandro Mazzi. È nato ad Arezzo nel 1975, si è laureato in Filosofia morale con una tesi sul rapporto tra Aldo Capitini e Danilo Dolci, con la quale ha conseguito il "Premio di Laurea Aldo Capitini". È ricercatore e trainer del Centro Studi Difesa Civile e svolge la sua attività prevalentemente a Perugia. Attualmente si occupa di gestione costruttiva dei conflitti e storia della nonviolenza in Italia. Dal 1997 collabora col Centro Studi per lo Sviluppo Creativo Danilo Dolci di Palermo e dal 2002 con l’insegnamento Metodologie di formazione alla nonviolenza e alla pace, presso il Corso di Laurea Operatori di Pace dell’Università di Firenze.

Matteo Soccio. Attivo nei movimenti antimilitaristi e nonviolenti dalla fine degli anni ‘6o, nel 1973 è stato tra i fondatori della Lega Obiettori di Coscienza (LOC). Fa parte del Comitato di Coordinamento del Movimento Nonviolento ed è animatore della Casa per la Pace di Vicenza. Ha curato varie pubblicazioni sul tema della nonviotenza, facendo conoscere in Italia autori come J. M. Muller e G. Sharp.