Visualizza il nuovo sito di pacedifesa

Home Page

news| presentazione| contributi teorici| interventi internazionali| formazione| iniziative| ricerche e pubblicazioni| convegni e seminari| link

Interventi internazionali

Nonviolent PeaceForce

L'azione del CSDC in Europa per un'agenzia del Peacebuildinge e dei Corpi Civili di Pace

Sri Lanka

Brasile

Colombia

Equador

Israele e Palestina

Kosovo e balcani

Kurdistan

Guatemala

Messico

Uganda

Afghanistan

Altri conflitti: Pagodas

Asia centrale

Cipro

 documenti correlati


In primo piano


INTERVENTI INTERNAZIONALI

a. Colombia: militarizzazione della Comunità di Pace San Josè de Apartadò
Dopo il comunicato ufficiale del 20/03/05 del presidente Uribe (leggi gli articoli), il 31/03/05 è iniziata la militarizzazione e il conseguente sfollamento della Comunità di Pace San Josè de Apartadò. Pubblichiamo i comunicati della Comunità del 1/04/05 e del 4/04/05, la testimonianza dell’inviato M.R. E, inoltre, la lettera del Comune di Narni al presidente Uribe per chiedere di fermare la militarizzazione di San Josè de Apartadò e delle altre Comunità di Pace.

b. Colombia: rischio di un nuovo massacro a Bojayá; l’allarme dell’ACNUR
L'Alto Commissariato per i Profughi delle Nazioni Unite (ACNUR) e il Difensore del Popolo, Vólmar Pérez Ortiz, avvertono dell'imminente rischio a cui sono esposte le comunità nere, indigene e contadine del municipio di Bojayá, Chocó a causa dei costanti combattimenti tra guerriglieri e paramilitari nella zona. Per maggiori informazioni:
www.gfbv.it/2c-stampa/2005/050406it.html 

c. Ecuador: continua la "marcha del reventon"
Le strade di Quito dal13/04/05 si sono trasformate in un palcoscenico di incontro e di protesta contro il regime del Presidente Lucio Gutierrez. Come in Cile e in Argentina il movimento di protesta è iniziato in maniera spontanea, pacifica e imprevista attraverso l’invito radiofonico del giornalista Paco Velasco di radio La Luna che ha esortato la gente ad uscire dalle proprie case per chiedere la cessazione delle violazioni costituzionali. Leggi la cronaca degli eventi su
www.selvas.org .

d. "La rivoluzione dei tulipani" in Kirghizistan
"Sono oramai trascorse alcune settimane dall’improvviso cambiamento istituzionale avvenuto nella repubblica centroasiatica del Kirghizistan, a seguito del quale il presidente in carica Askar Akaev è stato costretto alla fuga, ma il quadro della situazione continua ad essere nebuloso e al momento non sembra intravedersi uno sbocco istituzionale certo." Leggi l'articolo di Fabio Indeo.

e. Palestina: aggiornamenti da Nablus
"C’è una cosa che contraddistingue le donne palestinesi: lo sguardo: è allegro e triste, combattente e rassegnato, malinconico e sognatore". Per aggiornamenti sulla situazione in Palestina, segui la campagna "Report dalla Palestina" dei volontari dell'Associazione per la Pace al blog
http://assopace.blog.tiscali.it 

f. Kosovo: eletto il nuovo premier
Lo scorso 23 marzo il parlamento del Kosovo ha concesso la fiducia al nuovo premier, Bajram Kosumi, che subentra al dimissionario Ramush Haradinaj attualmente detenuto nella prigione dell'Aja con l'accusa di crimini di guerra. «Il mio governo rispetterà lo stesso programma di quello precedente» ha annunciato Kosumi, che ha ribadito fra le priorità del nuovo esecutivo la richiesta di indipendenza per la provincia, il raggiungimento degli standard democratici richiesti dalle Nazioni Unite e la realizzazione delle riforme economiche. L'Unione europea aveva invitato il presidente Rugova a valutare l'ipotesi di un governo allargato anche al Partito democratico (Pdk) dell'ex comandante politico della guerriglia Hashim Thaqi, ma la richiesta e' caduta nel vuoto.