Visualizza il nuovo sito di pacedifesa

Home Page

news| presentazione| contributi teorici| interventi internazionali| formazione| iniziative| ricerche e pubblicazioni| convegni e seminari| link

Presentazione


Dalla ricerca all’azione per la trasformazione costruttiva dei conflitti


Il CSDC si è costituito nel 1984 ed ha contribuito alla elaborazione della legge 230/98, di riforma del servizio civile, in particolare per l’inserimento dei paragrafi che prevedono la ricerca e la sperimentazione di difesa civile non armata e nonviolenta e l’utilizzo degli obiettori in missioni all’estero. Ha poi effettuato le prime ricerche istituzionali in tal senso.

Dall’inizio del 2000, gli aspetti operativi, amministrativi ed organizzativi degli interventi di mediazione, di problem solving e di formazione, sono stati delegati alla agenzia Mediazioni appositamente costituita. Sono rimaste di diretta competenza del CSDC la ricerca e la progettazione della strategia psico - sociale per la trasformazione dei conflitti.


Il conflitto è un aspetto naturale ed inevitabile dell'esistenza umana. Il modo in cui gestiamo i conflitti personali e sociali è determinante per la realizzazione di una società equilibrata.

Il litigio, la prevaricazione, la violenza e la guerra non sono sinonimi di conflitto, ma alcuni fra i modi per affrontarlo, che spesso si apprendono e si trasmettono inconsapevolmente.

La funzione di controllare la violenza altrui spetta ai corpi armati dello Stato. La trasformazione della violenza, la ricerca di forme di difesa sempre meno distruttive e di risoluzione efficace dei conflitti, spetta alle diverse componenti della società.

La coesione di una società non proviene solo dagli obiettivi dichiarati, ma soprattutto dalla qualità del suo collante, le relazioni interpersonali. Una società sarà tanto più matura e sicura:

  • quanto più i suoi componenti saranno capaci di affrontare e risolvere i propri conflitti quotidiani in modo costruttivo:

  • quanto più si sarà anche dotata di strumenti idonei al dialogo, alla difesa dei diritti civili, alla protezione civile, all'intervento umanitario da effettuare anche in altri paesi.

Il CSDC opera nell’ottica del superamento del razzismo e dei conflitti interetnici, attraverso la promozione di esperienze e collaborazioni a livello internazionale.

Il CSDC oltre ai contenuti cura particolarmente il metodo di lavoro, nella ottica gandhiana che il seme è uguale all'albero.