L’ONU adotta un Trattato che vieta l’uso delle armi nucleari

Il 7 luglio, la Conferenza ONU convocata per negoziare uno strumento legalmente vincolante per la messa al bando delle armi nucleari, indetta dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite con la Risoluzione 71/258 del 2016, ha adottato un trattato che ne proibisce l’utilizzo.
Si tratta di un risultato storico: prima d’ora, infatti, le armi nucleari non erano mai state messe al bando da un accordo internazionale.
Il trattato è stato approvato da 122 Paesi, nonostante le potenze nucleari (prime tra tutte, gli Stati Uniti), abbiano boicottato i negoziati, definendo gli obiettivi ingenui e irraggiungibili. Nell’elenco dei 122 Paesi firmatari non compare, tuttavia, l’Italia, assente durante le trattative.
Il testo dell’accordo vieta di sviluppare, testare, produrre, acquisire, possedere ma anche trasferire o ricevere il trasferimento, consentire la dislocazione di armi nucleari e altri dispositivi esplosivi nucleari, al fine di arrivare a una loro totale eliminazione. Il trattato impegna, inoltre, gli Stati firmatari a farsi promotori del bando presso gli altri Paesi, allo scopo di raggiungere l’universalità delle adesioni.
Inizia ora il processo di ratifica, a conclusione del quale il trattato entrerà ufficialmente in vigore.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*