Donne, Pace e Sicurezza: l’Italia adotta il suo terzo Piano d’Azione Nazionale (2016-2019)

Il  nuovo Piano d’Azione Nazionale per l’implementazione della Risoluzione 1325 del Consiglio di Sicurezza ONU è stato pubblicato nel dicembre 2016 sul sito del Comitato Interministeriale per i Diritti Umani. Il nuovo testo presenta alcuni significativi miglioramenti rispetto al precedente: è più sintetico ed articolato, prevede indicatori, e – come caldeggiato dalle organizzazioni della società civile – contiene un riferimento esplicito al potere trasformativo della risoluzione.

Un risultato  importante è anche dato dalla previsione di specifiche attività di formazione sul tema, indirizzate non più solo alle Forze Armate e alle ONG locali, ma anche alla stessa società civile italiana.

Significativo inoltre il riferimento a due piattaforme di società civile in cui il CSDC svolge un ruolo attivo, da un lato la rete Genere Interventi e Processi di Pace, dall’altro il Tavolo Interventi Civili di Pace.

Il Piano presenta ancora diverse criticità (manca un riferimento specifico al peacebuilding,  principale asse delle politiche di genere, pace e sicurezza, e alle missioni civili) ma recenti iniziative a livello parlamentare sembra possano colmare una delle principali e annose problematiche –  la mancanza di un budget dedicato. L’emendamento Locatelli alla legge di stabilità ha infatti stanziato 1 milione di euro per l’anno in corso e 500.000 euro per i successivi due.

Mentre ulteriori sviluppi del testo potranno essere  apportati nel bienno di implementazione, auspichiamo che i fondi stanziati possano tradursi in un effettivo sostegno per le realtà che da tempo sono impegnate nel settore.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*