Verso un nuovo Libro Bianco della Difesa: prosegue il ciclo di incontri con la società civile

Il 13 ottobre si è tenuto a Roma presso il Centro Alti Studi per la Difesa (CASD) il secondo appuntamento funzionale alla redazione del Libro Bianco della Difesa. Il Gruppo di Esperti incaricato dal Ministero della Difesa di predisporre il futuro Libro Bianco per la sicurezza internazionale e la difesa si è riunito una seconda volta per raccogliere osservazioni e commenti in merito alle Linee Guida sul Libro Bianco, presentate lo scorso giugno al Consiglio Supremo di Difesa.

Ciò che è stato evidenziato durante l’incontro è lanecessità di continuare a dialogare per giungere ad un Modello nazionale di Difesa che tenga conto anche della componente civile non armata, che ad oggi sta prendendo forma con la sperimentazione dei Corpi Civili di Pace. Un ruolo fortemente innovativo nella gestione delle crisi internazionali è proprio quello dell’intervento civile di pace, diverso per natura e funzioni da quello umanitario e di sviluppo al quale normalmente la società civile viene identificata e limitata.

Un promemoria di questa consultazione, contenente i punti considerati importanti dai rappresentanti delle Reti e delle Associazioni coinvolte, è stata inviata al Coordinatore del Gruppo di lavoro che sta redigendo il Libro Bianco della Difesa.

Entro il mese di febbraio, si terrà un Seminario nel quale saranno esaminati anche i vari punti di dissenso con il Ministero della Difesa, soprattutto riguardo alla “difesa non armata”, che alcune Sentenze della Corte Costituzionale hanno considerato pienamente “legittima” e rispondente, come la difesa armata, al “sacro dovere di difesa della patria”, previsto dall’articolo 52, 1 Comma, della Costituzione.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*